La gents - ROMACITTAETERNA

Vai ai contenuti
Roma Antica > Governo


I romani chiamavano gentes (plurale di gens) i vasti raggruppamenti di famiglie patrizie che avevano, o che credevano di avere, antenati comuni, che venivano venerati con un culto religioso. Se l'autorità del pater familias era grande, quella del capo di una gens era immensa. Egli infatti controllava numerose famiglie patrizie ricche di terre e di schiavi e che contavano tra i loro componenti guerrieri, magistrati e senatori. Membri delle famiglie, schiavi e clienti facevano di ogni gens un formidabile complesso di uomini, di ricchezze e di forza politica e militare che alimentava l'orgoglio della stirpe.
Per questo ogni cittadino nobile romano portava tre nomi:
- il praenomen (il nome personale) es. Gaio;
- il nomen (il nome della gens) es. Giulio;
- il cognomen (quello della famiglia) es. Cesare.

Torna ai contenuti